Per me, due persone che si amano sono come due foglie abbandonate nel vento che non smettono di cercarsi. Sono qualcosa di bello, dunque.

Qualcosa di bello di roberto Pellico
Qualcosa di bello di Roberto Pellico
Ph: Pattypici
Titolo: Qualcosa di bello
Autore: Roberto Pellico
Editore: Augh! Edizioni
Collana: Frecce
Genere: Narrativa italiana
Pagine: 226
Prezzo: 15€
Link Amazon Influencer

Qualcosa di bello… il titolo è una lusinga, o meglio, una promessa.

Roberto Pellico, autore italiano agli esordi ha intessuto per cinque anni parole perfette, come fili di un antico arazzo; sarà riuscito a mantenere il patto suggerito già dal titolo?


Andrea ha la mania dell’ordine, incasella numeri ed emozioni, cercando di dare ad ogni cosa il giusto spazio cosmico.

Ed ha un segreto.

Paolo nasconde i sensi di colpa sotto chili di lusso e muscoli definiti.

Ed ha un segreto

Salvatore è in carcere, vittima e carnefice di se stesso.

Ed ha un segreto.

Manuele è la voce del tempo, il blogger propositivo, crea storie per smuovere le coscienze.

Ed ha un segreto.

Giulia, anima bella, scopre sulla sua pelle i segreti di tutti.

E odia i segreti.

L’albero della vita di Gustave Klimt

Le vite s’intrecciano sul filo di un desiderio, le storie si annodano ingannando le regole di un algoritmo feroce che ci vorrebbe tutti perdenti.

... la felicità e il dolore: fili di solitudine che ognuno ha cucito dentro di sé.

Qualcosa di bello accade e ci attraversa lasciando briciole di speranza, semi di confidenze sussurrate, nell’illusione di un’alba che perdona tutti.

Roberto Pellico ha una penna sottile, arguta, che solca i brividi della vita con raffinato realismo.

Il patto con il lettore è stato mantenuto, la promessa esaudita e la prosa sgorga limpida nel suo scintillio magico, donandoci il calore di un abbraccio salvifico.

I Personaggi hanno la profondità di un vissuto reale; nulla è finto o artefatto. Ogni immagine è sensoriale, nettamente percepibile.

La storia narrata con placida naturalezza, ci presenta le mille sfumature della sconfitta, della gioia e della tenacia, che ognuno di noi sperimenta nella vita.

Ricostruire è la parola che ama Giulia ed è il filo conduttore di questo romanzo intimo e confidenziale.

A partire dai propri errori, dalle paure e dalle parole mai pronunciate; costruire di nuovo e ripartire, perché sotto ogni maceria c’è un nuovo inizio.

La voglia di appartenere, di essere preziosi per qualcuno, ci permette di scavalcare i silenzi e gli orgogli, perdonarci e perdonare.

Oggi credo che la vera conquista non sia smettere di soffrire, anzi. È non permettere al dolore di offuscare la bellezza delle cose che verranno

Qualcosa di bello

Lo stile a tratti meditativo impreziosisce il tempo narrativo e ne scandisce il ritmo con eleganza.

Un romanzo bellissimo, profondamente umano, che mette in scena l’eternità dei conflitti e dell’amore.

L’autore

Roberto Pellico è nato a Cosenza nel 1983. Vive ad Asolo (TV). Ha pubblicato racconti in diverse antologie. Qualcosa di bello è il suo primo romanzo.


«La libertà non è per tutti. È una conquista, non un diritto. I predatori sono veramente liberi perché non hanno paura.✒️»

(Antonio Fusco, “Le vite parallele”)

Nel complesso è un bel romanzo, nonostante qualche errore medico davvero brutto e diversi colpi di scena illogici.📖

Dov’è finito il buio della notte?
Su #Medium scrivo di “Perchè non si vedono più le stelle” #WolfBukowski @erisedizioni

@CasaLettori @artdielle @pattypici @ladivoralibri @Emiliano_Reali @BiancoCritico @LuciaLibri @MollyBloom82 @booktomi1 @LibroeTe

Qui.
https://letteratume.medium.com/e-non-uscimmo-a-riveder-le-stelle-9616ba7c784f

“…leggendo, ho pensato banalmente “wow”.”
@GuzzettiChantal sembra entusiasta; leggiamoci la #recensione de #lastranamortedialessantrocellini di #RiccardoLandini edito @NewtonCompton.
#libri #lettura #thrilleritaliano
https://www.thrillerlife.it/2022/10/03/la-strana-morte-di-alessandro-cellini-di-riccardo-landini/

Marco Zuccari conclude un dittico con “Come un servo infedele. La seconda generazione”, edito da #Intrecci : racconto corale, in cui la storia italiana, dal fascismo agli anni ’70, non è sfondo alle vicende della famiglia Succhiero
Scrive G. Colomba
https://www.lucialibri.it/2022/10/02/cover-ottocentesco-zuccari-affabulatore/

Load More…
Spread the love