HO RAGGIUNTO UN PUNTO IN CUI DESIDERARE UN’ALTRA VITA È PIÙ ANGOSCIANTE DELLA VITA CHE HO

Marisa salas
Titolo: I peccati di Marisa Salas
Autore: Clara Sánchez
Editore: Garzanti
Pagine:304
Prezzo: 17,95€
Link Amazon

Clara Sánchez, autrice del Best seller, Profumo delle foglie di limone, unica autrice ad aver vinto i tre premi letterari più importanti della Spagna, torna con un romanzo dall’anima esposta, intima la voce che lo anima, profondo il rimpianto che solca ogni pagina.

Marisa ha scritto un libro, è riuscita a farlo pubblicare da un editore lungimirante, l’ha visto esposto nelle librerie e poi l’ha abbandonato, respinto e dato al macero; perchè?

Basta la scarsa tiratura di un libro, creatura unica a cui si è affidata tanta parte di paradiso, per poterlo dimenticare?

Giorni di sole, questo il titolo del romanzo rinnegato, ha la fortuna di essere scovato, dimenticato in una vecchia scatola, da una persona mossa da un intento potentissimo: la felicità del figlio.

Inizia così la rinascita, o meglio la rivincita, di una storia che appassionerà milioni di lettori e ad adottare questo nuovo successo editoriale, sarà Luis.

Il mio romanzo è scomparso nello spazio profondo come Giorni di sole, per tornare molto tempo dopo trasformato in Sogni insondabili dell'affascinante Luis Isla.

Ventidue anni, indolente e con pochissime prospettive nella vita, Luis si lascerà convincere dalla madre a pubblicare il libro ritrovato nella scatola e di appropriarsi della titolarità dell’opera.

Luis ha il viso giusto, le parole gentili, la calma raffinata di chi si muove sulle spine e incarna i tormenti del vero scrittore.

I peccati di Marisa Salas saranno tanti, spesso irreparabili, primo fra tutti la codardia e l’incoerenza.

Come affrontereste la truffa ai danni del libro che avete scritto con tutta l’anima e il cuore?

Sareste disposti a lasciarlo andare e ad assistere al suo successo nelle vesti dello spettatore?

La risposta a queste domande vi sorprenderà più volte e più volte Marisa Salas vi spiazzerà per le sue scelte.

Luis, anima fragile, con un destino completamente manipolabile, ha invece una motivazione più che giustificata per le decisioniste prenderà:

«Devo riconoscere che mi sono lasciato trascinare da questa situazione, dalla fama smisurata e dal denaro, non tanto per la fama e il denaro in sé, ma per sentire la mano di mio padre sulla spalla.»

I peccati di Marisa Salas è un romanzo che intrattiene con leggerezza, fluido nella prosa e ritmato nella declinazione narrativa.

Le voci di Marisa e Luis si alternano arricchendo il quadro di diverse prospettive e rendendo frizzante l’intreccio.

Pregevole anche il flusso e riflusso spazio temporale che garantisce una precisa percezione emozionale degli eventi.

Diversi i pensieri che potrebbero avere una profondità intrigante, ma nessuno di questi verrà sondato; tutto il racconto fluttua sulla superficie delle cose, con una leggerezza a volte eccessiva.

La storia ha un ottimo potenziale, ma viene affidata a due personaggi che non hanno lo spessore caratteriale per trascinare il racconto con coerenza e decisione.

Peccato

C’era qualcosa tra le lettere, tra le righe, che avvisava i lettori che non era una storia per loro

I peccati di Marisa Salas

Marisa ci aveva avvertiti.

Di Garzanti ho letto e recensito diversi titoli molto belli, di seguito ne trovate alcuni:

Una distopia in cui si immagina una svolta oppressiva e autoritaria in Irlanda e il destino irrimediabilmente perduto di una famiglia.
È “Il Canto del Profeta” (@66thand2nd) con cui @paullynchwriter ha vinto il @TheBookerPrizes
Scrive @simonebachechi
https://www.lucialibri.it/2024/04/17/linumano-futuro-di-paul-lynch/

“I Neoplatonici di Luigi Settembrini. Gli amori maschili nel racconto e nella traduzione di un patriota risorgimentale” (@MimesisEdizioni) è un saggio di Mimmo Conoscenti sul racconto omoerotico del patriota Luigi Settembrini, nato oggi nel 1813
Scrive sli https://lucialibri.it/2024/04/17/conoscenti-omoerotico-settembrini/

Scioccamente demonizzati e ipocritamente sottovalutati, i soldi diventano, in “Storia dei miei soldi” di @Melissappi (@libribompiani), lente di ingrandimento sulla vita triste e tormentata di Clara T., avvenente attrice, prima ricca poi indigente…
https://www.lucialibri.it/2024/04/16/melissa-panarello-estratto-conto/

Load More…
Spread the love