Appunti di Lettura

Tag: recensioni di libri

Recensione àŒ’ Rose Madder àŒ’ S. King

Ph:Pattypici Recensione Rose Madder

Non c’ù mai stato altro dolore, come questo dolore…

RosIe

Quel dolore Ăš umiliante, annichilente, omertoso.

âŁïžMa Rose ha la forza di scappare, di muovere i suoi primi passi verso la libertĂ  con una piccola e timida speranza: non farsi trovare mai piĂč da suo marito!

Questo Romanzo, scritto nel 1995, ha un forte sottofondo fantastico, con uno sguardo verso il paranormale, occhieggiando alla Mitologia Greca.
📚Un vero melting pot letterario!

King riesce a raccontare la violenza domestica con acutezza e attenzione, la simbologia greca Ăš propedeutica alla visione critica della societĂ  americana, consumistica e superficiale.

đŸŒč Rose Madder Ăš una donna forte, determinata, che dovrĂ  gestire l’istinto di vendetta, evitando di cadere nella cecitĂ  della Rabbia. Queste donne attraversano le pagine del Gioco di Gerald e di Dolores Claiborne, per non dimenticare Misery.

📚 È una storia di rinascita, di vendetta, di resilienza, Ma…. questo libro Ăš scritto da King! e questa tematica cosĂŹ comune prende una piega inquietante….

 Fu come se fosse stato il quadro a vedere lei

Rose Madder
Ph:Web Rose Madder

♉ Il racconto assume forme psichedeliche, la realtĂ  si deforma ed il concetto di spazio si piega a regole mitologiche, dove regna il Minotauro e “ la donna con il chitone “.

E non ti scordare di un’altra cosa: Io ricambio. Quello che fai tu per me io farĂČ per te

Rose Madder

đŸ–ŒÂ Un banalissimo quadro sarĂ  l’oggetto orrorifico a cui King affiderĂ  il Pathos, che porterĂ  il lettore a divorare le pagine.

Il Mondo parallelo in cui faremo i primi timidi passi Ăš quello che ritroveremo ne La Torre nera.

⭐⭐⭐ 1/2

Ho ritrovato il mio Scrittore adolescenziale, ho ripercorso le stesse tracce, ma i solchi sono ora piĂč profondi e la mia visuale piĂč ampia. 
Condividendo questa lettura con il GdL Non solo Horror, ho potuto arricchire questa storia, con tutte le voci dei lettori neofiti e non.

L’acutezza psicologica dei personaggi, i disturbi della personalitĂ  , cosĂŹ come l’atmosfera carica di angosciosa attesa, si perdono un po’ nella Simbologia dei Protagonisti. 

La storia risulta a tratti fumosa, smorzando la drammaticità degli eventi. 

àŒșLEGGERE È ASOCIALE ! àŒ»

Il Lettore e la Lettura

📚📖📚📖📚📖📚📖📚📖📚📖

😜State calmi! Vi vedo giĂ  che vi ribolle il sangue a leggere queste parole, ma dobbiamo prendere atto dei luoghi comuni…

📖Leggere Ăš una pratica solitaria, il Lettore ha una forte tendenza all’asocialitĂ , il solipsismo, la sostituzione della realtĂ  con mondi immaginari, l’incapacitĂ  di affrontare i lati pratici del quotidiano, la rinuncia alla partecipazione sono solo alcuni tra i tratti caratteristici…. insomma il #lettore Ăš un soggetto da curare e riabilitare…

Il Lettore e la Lettura

📚Il soggetto soffre di una mania compulsiva che lo porta ad orientare tutti i suoi acquisti verso la carta stampata, vive immerso nel suo mondo fantastico di pagine inchiostrate, si circonda di libri come se fosse  un aristocratico troppo sensibile per la crudezza del reale. 

📖Il Lettore vive nella costante paura dell’evento che lo costringerĂ  ad alzare gli occhi dal libro che sta leggendo e nell’istante in cui si compie questa orribile azione, la sua mente riscrive la realtĂ  e la popola di personaggi ( sicuramente piĂč interessanti) che ha appena incontrato tra le pagine del libro.

📚I LETTUROPATI trovano irresistibile anche la lettura degli ingredienti sulle scatole dei biscotti!

📜Del resto i grandi Lettori del passato non ci aiutano a confutare queste illazioni! 

BORGES ha ideato la sua ( splendida đŸ˜) Biblioteca di Babele per rappresentare l’Universo; PETRARCA dialoga con gli antichi ( Cicerone Ăš il suo piĂč caro amico ) mentre giudica aspramente il suo tempo; MACHIAVELLI racconta che la sera si spoglia della veste quotidiana, si pulisce dal fango e indossa panni reali e curiali e cosĂŹ bardato entra nelle antiche corti degli antichi uomini; DE MONTAIGNE ( đŸ˜Ź) si isola in una torre nella campagna di Bordeaux per poter leggere in santa pace!!!

❗!!!NO!!!❗

📚LEGGERE in realtà È Tanto altro!!

È la grande voglia di conoscere per COMUNICARE ( #gdladdicted ), ù il PRINCIPIO DI OGNI CONVERSAZIONE, ù allenamento all’EMPATIA, che ci permette di comprendere gli altri , ù la Consapevolezza a non commettere gli errori del passato!!

Tutte le grandi opere di narrativa, per quanto cupa sia la realtĂ  che descrivono, hanno in sĂ© il nocciolo della rivolta, l’affermazione della vita contro la sua stessa precarietĂ 

Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi

📖Il Lettore propone una Risocializzazione, basata sulla Conoscenza, ingrediente fondamentale del RISPETTO .

âŁïžâ­ïžâŁïžđŸ“šLe conseguenze dell’atto del Leggere sono piĂč che reali, sono tangibili ( basti pensare alle leggi sui diritti umani sostenute dagli illuministi ) e ne traggono beneficio tutti…. anche chi non legge😉

đŸ“–âŁïžđŸ“–â€œ Nessuno ha mai trovato consolazione nella conoscenza, ma tanti, nel corso dei secoli, hanno incontrato la determinazione e la passione, e ne hanno tratto forza per accettare la vita o il desiderio di cambiarla

La Repubblica dell’immaginazione di Azar Nafisi

📝🗞Queste considerazioni sono personali, ma basate sulla lettura di due Testi molto interessanti:

TRANCE-Autobiografia di un Lettore di Alan Pauls.

Una meravigliosa solitudine – Lina Bolzoni – @einaudieditore 

Il Lettore e la Lettura
Una meravigliosa solitudine

Sarei curiosa di conoscere la vostra opinioneđŸ€“ lasciate un commento LETTUROPATI del Web 😁

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén